UN DUE TRE STELLA!

 

d_oh.jpg

a cura di Simone Esposito

A Lucera (provincia di Foggia) vanno al ballottaggio Costantino Dell’Osso (socialista storico, plurisenatore) e Vincenzo Morlacco (democristiano storico). Dell’Osso (il socialista) è il candidato del centrodestra, mentre Morlacco (il democristiano) del centrosinistra. Morlacco (centrosinistra) è appoggiato da Labbate, sindaco uscente del centrodestra. Il quale, nel 2002, era andato al ballottaggio proprio contro Dell’Osso (oggi centrodestra), che per l’occasione era supportato al primo turno dall’Udc, e al secondo si era apparentato con i Ds (centrosinistra), ai quali era stato iscritto (dopo che ai socialisti, prima che a Forza Italia). Oggi, primo degli eletti dei Ds (centrosinistra) è Andrea Bernardi, che molto si è speso in questi giorni per Morlacco (centrosinistra) alleato di Labbate (sindaco del centrodestra ma sponsor del centrosinistra) e contro Dell’Osso (centrodestra). Però prima non doveva stargli così antipatico, Dell’Osso a Bernardi, se è vero che era stato suo candidato consigliere nel 2002, contro Labbate (centrodestra). Non c’è che dire, un bel percorso. Per strada si sarà incontrato con Sergio De Cesare, primo eletto dell’Udc (oggi con Dell’Osso, socialista di centrodestra, contro Labbate, sindaco di centrodestra sponsor del centrosinistra) che l’altra volta era candidato nella lista di Labbate contro la lista di Dell’Osso.

In realtà hanno trovato traffico entrambi, su quella strada. Decine e decine di passeggiatori: una transumanza in piena regola. Segnaliamo: Renato Gentile, oggi primo eletto della Lista Morlacco (centrosinistra, contro Dell’Osso), nel 2002 primo eletto della Lista Dell’Osso (contro Labbate, che oggi sta con Morlacco); Vincenzo De Peppo, oggi numero uno di DC per le autonomie (con Dell’Osso) e nel 2002 campione di Forza Italia (contro Dell’Osso); Giuseppe Pica già consigliere di Dell’Osso, neo più votato della Margherita con Morlacco; Antonio Pitocco, oggi con Forza Italia, nel 2002 all’opposizione di Forza Italia.

In realtà è tutta una grande partita a “Un due tre stella!”. I politici lucerini corrono ridendo per cinque anni per tutta l’aula consiliare, vociando, spingendosi, facendosi i gavettoni. Poi arriva il momento che chi sta sotto grida la famosa frase (“un due tre stella!”, per l’appunto) e tutti restando fermi dove sono. Qualcuno che stava a destra si trova a sinistra, qualcuno che stava a sinistra finisce a destra. Questo oggi; chissà domani, che ricomincia la conta e di nuovo liberi tutti, fino al nuovo comando.

La vera tragedia di quest’anno è che purtroppo siamo stati privati della presenza di Pietro Massenzio, nel 1998 socialdemocratico e presidente del consiglio comunale come esponente della maggioranza di centrosinistra, nel 2002 iscritto a Forza Italia e vicesindaco con il destrorso Labbate. Dev’essere successo questo: nel 1998 era a sinistra, poi ci ha litigato, ha fatto amicizia con Labbate ed è finito a destra, poi ha litigato con Labbate. A rigor di logica sarebbe dovuto finire a sinistra contro Labbate, ma Labbate lo ha prevenuto andando a sinistra contro se stesso. Massenzio, sfiancato e confuso, ha vagato per un po’ a centrocampo, poi se n’è tornato a casa.

Annunci

7 Responses to “UN DUE TRE STELLA!”


  1. 1 Barbara 30 maggio, 2007 alle 10:03 pm

    Non ci ho capito molto sinceramente, ma per un limite mio eh! Comunque volevo dire: W I BALLOTTAGGIIIIIIIII! Soprattutto a Latina. Certo non è una rivoluzione, ma intanto un segno concreto, un piccolo spiraglio. Speriamo bene. Un bacio a Marco

  2. 2 V4L3R14 1 giugno, 2007 alle 10:03 am

    PARTITO DELLA PAGNOTTA 4EVER!!! peccato che l’abbiano fatto fuori subito……

  3. 3 sara 2 giugno, 2007 alle 7:39 pm

    ciao Marco………..ti scrivo per la prima volta sul tuo blog… e sai mi piace ciò che hai scritto….spero solo che una volta eletto il sindaco non giochi a nascondino quando ci sarà da risolvere i veri problemi della nostra città…….un abbraccio e un bacio vice pres. bye

  4. 4 Antonio Pitocco 7 giugno, 2007 alle 1:59 pm

    Volevo precisarti che nella scorsa tornata elettorale ero in una lista civica (Popolari per le libertà) coalizione di centro,separata dalla sinistra, della quale faceva parte anche l’UDC (noto partito di centro-destra). Sostenevo lo stesso candidato Sindaco che sostengo ora. Non vedo molta incoerenza, soprattutto non paragonabile e/o affiancabile ai nomi da te citati nel tuo buon articolo.
    Io faccio parte dei giovani eletti in questa coalizione, e i giovani dovrebbero sostenerci, in quanto, come loro abbiamo gli stessi sogni e le stesse esigenze.
    Non so se ci conosciamo di persona, o se conosci la mia storia personale, e credo che dovresti approfondirla per poter fare articoli affidabili.
    Ti ringrazio per la possibilità che dai di confronto e ti saluto
    Antonio Pitocco

  5. 5 Simone Esposito 8 giugno, 2007 alle 7:49 pm

    Gentile Antonio Pitocco,
    prendo atto della Sua precisazione, che però non precisa né corregge quanto ho scritto su di Lei: “oggi con Forza Italia, nel 2002 all’opposizione di Forza Italia”. Difatti, come Lei conferma, nel 2002 si è presentato con una lista civica collocata in una coalizione alternativa a quella di Forza Italia, partito nelle cui file era collocato in questa tornata elettorale. Mi preme sottolinearlo perché ho l’abitudine di controllare sempre quanto scrivo e di evitare le inesattezze con estremo rigore. Piuttosto, è lievemente impreciso quanto da Lei scritto nel commento: la Sua coalizione nel 2002 era sì separata dalla sinistra, ma solo al primo turno, perché al ballottaggio mi risulta fosse apparentata con i Democratici di Sinistra e con la Margherita. In ogni caso io nell’articolo non avevo fatto riferimenti a una Sua vicinanza al centrosinistra.
    Mi spiace Lei si sia sentito offeso dall’accostamento agli altri nomi da me citati. In ogni caso il post aveva un chiaro intento satirico (e non primariamente informativo), tanto che non mi sono permesso di dare nessun giudizio di incoerenza: ho provato semplicemente a far riflettere sorridendo sulla vivace “mobilità” (chiamiamola così) alla quale è soggetta la politica lucerina.
    Non sono d’accordo con Lei sul sostegno automatico dei giovani ai giovani: certo mi fa piacere che la politica, soprattutto a Lucera, si svecchi il più possibile, ma il sostegno va sempre fondato su una condivisione che, al di là dell’età, coinvolga i valori, i progetti, una visione politica del futuro che poi va confermata con i fatti.
    E’ con la speranza che Lei, soprattutto da giovane, possa fare un buon lavoro, che Le faccio i miei migliori auguri per il Suo prossimo mandato consiliare.
    Grazie per il confronto

    Simone Esposito (autore del post)

  6. 6 Antonio Pitocco 10 giugno, 2007 alle 1:19 pm

    Mi piacerebbe che ci dessimo del “TU”.
    Grazie per la tua precisa e puntuale risposta.
    Non mi sono assolutamente sentito offeso. D’altronde, per il ruolo da me intrapreso, devo accettare ed incentivare la buona satira, soprattutto se educativa. E’ vero anche che le buone parole vanno confermate con i fatti. Tutto ciò che scrivi non fa una piega.
    Ormai, la logica degli schieramenti contrapposti è appassita; gli stessi partiti popolari che facevano affidamento sullo spirito di appartenenza hanno demolito questo loro punto di forza.
    Oggi gli uomini, i valori, le idee, e, diciamolo, una certa intellettualità, che soprattutto a livello locale si è persa, fa la differenza. I “compagni” e i “camerati” sono ricordi.
    Per un giovane come me, la lista civica è una sosta. E’ un guardarsi attorno e carpire dove la tua collocazione crea meno dissidi interni al tuo animo.
    La politica è un’avventura appassionante. E’ studio. Ricerca. Non ottusità.
    Non convengo con coloro che vantano una fede politica a qualunque costo, anche se ai vertici decadono le ideologie.
    Ma, non convengo, nemmeno con coloro che fanno “i salti” per pura convenienza momentanea.
    Si, sono aperto alle nuove idee, ai confronti, e, magari di ammettere di aver fatto anche errori di valutazione. Questo appartiene alla Politica. Credo nella famiglia come nucleo fondamentale della società (una buona eredità dei nostri nonni).
    Sono molto diplomatico e quindi in futuro mi vedrai comunque in una zona centrale al di là degli schieramenti. Questa, e la volta scorsa, ho creduto in un uomo e nelle sue motivazioni. Il tempo potrà darmi torto o ragione. Sono convinto che avremo modo di valutare.
    Ciao, a presto
    Antonio Pitocco

  7. 7 Simone Esposito 11 giugno, 2007 alle 10:43 pm

    Spero di cuore che, al di là di schieramenti e della politica (con la minuscola), “tu” saprai fare del tuo meglio in consiglio, anche nel ruolo (fondamentale!) di oppositore.
    Ti rinnovo sinceramente i miei auguri (che, chiuse le urne, è bene estendere a tutta Lucera, che ne ha bisogno).
    A presto, anche su questi spazi che restano sempre aperti al confronto

    Simone Esposito


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




maggio: 2007
L M M G V S D
    Giu »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

visite

  • 80,591

MY ACCOUNT ON DELICIOUS

VISITA IL MIO MYSPACE

myspace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: