Archivio per giugno 2007

SARA’ UN BEL SOUVENIR

souvenir_de_paris_french_made.jpg

ultimamente pubblico quasi solo testi di canzoni.. ma ci sono poche cose come le canzoni che sanno parlare di te (“delle canzoni, delle vostre canzoni vi potete fidare” – Radiofreccia)… e siccome io non sono bravo a parlare di me, mi piace rubare le parole ad altri.. e poi questa vecchia canzone del sommo Liga lo fa in modo speciale… chi mi conosce un po’ forse lo capirà! un bacio a tutte le mie fans (vi amo tutte)!!!

Non è proprio liscia,
non va così liscia
per noi che chiediamo che or’è,
e c’è un’altra strada
e c’è un’altra luna
e un altro bar che chiude
e un’altra voglia di fortuna.
E allora, bambina,
c’è poco da dire
se non che mi troverai qua:
cambiato per niente, ma neanche scontento,
fottuto dal dovere pensare di dover avere.
Ma ci sarà un souvenir
che ci riporterà solo certi momenti.
E sarà un bel souvenir
una fotografia, una canzone fra i denti.
Ma ci sarà un souvenir
che ci commuoverà fino a farci contenti.
Tieniti il tuo souvenir
da mettere via poi ridicendoti *avanti*.
Se tutto va in fretta
sarò una saetta
e tu lo sarai insieme a me
peccato soltanto che ci sarà il tempo
in cui dovremo dire:
*Adesso è giusto riposare*.
Ma ci sarà un souvenir
che ci riporterà solo certi momenti.
E sarà un bel souvenir
una fotografia, una canzone fra i denti.
Un souvenir formato Tir
a centoventi all’ora
arriva lì spazzando via
qualsiasi altra cosa.
Sarà un bel souvenir
il nostro souvenir
sarà di quasi tutti i colori.
Sarà un bel souvenir,
sarà lo specchio di
riflessi chiari e riflessi scuri.

(Ligabue, Sarà un bel souvenir, 1991)

Annunci

IL VIAGGIATORE

Il viaggio non è l’emozione di attimi pericolosi
il viaggio è la gioia del tempo
pericolo è stare rinchiusi

Direzione casuale, non prevede sosta
chi viaggia detesta l’estate
l’estate appartiene al turista

Il viaggiatore viaggia solo
e non lo fa per tornare contento
lui viaggia perchè di mestiere ha scelto il mestiere di vento.

Mischiare presente e ricordi, le strade possibili fatte
fu forse salsedine o neve
fu forse ponente o levante

L’amore lasciato sospeso, qualcuno ne approfitterò
ma questo riguarda il ritorno
remota possibilità

Il viaggiatore viaggia solo
e non lo fa per tornare contento
lui viaggia perchè di mestiere ha scelto il mestiere di vento.

Se impari la strada a memoria di certo non trovi granchè
se invece smarrisci la rotta
il mondo è lì tutto per te

Paese significa storia e storia significa lingua
impara la tua direzione
da gente che non ti somiglia

Il viaggiatore viaggia solo
e non lo fa per tornare contento
lui viaggia perchè di mestiere ha scelto il mestiere di vento.

(Mercanti di liquore, Il viaggiatore)

LA LUNA SORRIDENTE

luna.jpg

E’ una bella serata, ci saranno 25-26°, e sto ascoltando The Fletcher memorial home dei Pink Floyd… la luna è uno spicchio sottilissimo stanotte, sembra quasi stia sorridendo: beh, un bel modo di chiudere la giornata, no?

i ragazzi incontrati stasera a Troia mi hanno fatto davvero bene… in quei volti vedo tanti bisogni e tanta vita che forse stiamo iniziando a comprendere; e mi rendo sempre più conto di quanto sia importante starci, farsi vedere, mostrarsi “normale”, vicino, entusiasta… è molto bello, e anche una grande responsabilità… E credo mi faccia bene, in momento della vita in cui siamo vicini alle grandi scelte, e mi sto finalmente rendendo conto che c’è bisogno di svoltare… comunque questa non è serata da pippe esistenziali…

Chiedo scusa a tutti quelli che non dovessero capire niente di quello che scrivo (tranquilli, nemmeno io mi capisco tanto!), e ringrazio tutti quelli che stasera (ma ormai sempre più frequentemente) mi hanno sorriso e divertito, e con cui condivido qualcosa di veramente bello…

vado a letto, domani si ricomincia…

buonanotte!

SUPERGIOVANE

Questa è una delle canzoni più straordinarie che il genio umano abbia mai potuto concepire, e la pubblico qui per dimostrare il mio stato di psicopatia odierno, dopo mezza mattinata passata nella stazione dei carabinieri per fare l’ennesima denuncia di smarrimento della carta di credito…

Tratto dal booklet:
Come e’ noto il nemico n. 1 dei giovani e’ il governo, alleato coi matusa per impedire ai giovani di essere tali. I pochi giovani che osano opporsi al governo fanno una brutta fine: vengono ibernati fino alla maggiore eta’ dopodiché disibernati ma allora e’ troppo tardi: infatti a quel punto non sono piu’ giovani. Ma un bel giorno i giovani vengono vendicati da un nuovo supereroe – Supergiovane – che da’ la caccia al governo con armi progettate da un pool di tecnici balistici giovani (miccette, raudi, bombette puzzolenti, gavettoni, jaguarmatic, sbiancate, l’allegro chirurgo, il piccolo chimico etc.) fino ad affrontarlo nello scontro finale. Ci sono pero’ anche le armi incruente (si tratta comunque di armi giovani) che sono la sua vera forza: la simpatia, l’umorismo, la gioia di vivere e l’argento vivo addosso. Un’arma terribile, usata solo quando non se ne puo’ fare a meno, e’ “Figlio di puttana”: se pronunciata all’indirizzo del governo, lo fa piangere (a volte il governo cerca di difendersi con “Lascia stare mia madre”, ma non funziona). La sua tattica mimetica consiste nel nascondersi sotto il tavolo del governo e coprirsi gli occhi (a volte con la frangia di capelli ossigenati). Il governo – genralmente – cerca di fermarlo scatenandogli contro un’avanguardia di matusa rimproveratori e di secchioni. L’unica sostanza pericolosa per SG e’ la minestra, che il governo riesce a propinargli attraverso una mamma al soldo dei matusa ma infiltrata nell’entourage di SG. Il veicolo di SG e’ un motorino elaborato Pinasco con marmitta a espansione, cilindrata non dichiarata, stereo, cartolina tenuta con la molletta fra i raggi per fare crrr, ma privo della ruota davanti (la quale costituisce un peso inutile dato che SG e’ in impennata perenne). Una stecca di marlboro sotto la manica della maglietta a maniche corte arrotolate costituisce un ulteriore elemento distintivo e intimidatorio.
[Supergiovane-Mangoni grida:]
Argento vivo, sbiancate, figu, oklahoma, sigarette, puttano, paciugo, garelli, smarmittare, figa, figa pelosa, figlio di puttana, porco diesel …

[Il matusa Diego Abatantuono risponde:]
Ma ragazzi, io lavoro tutto il giorno, tiro il carrello, scarico la frutta dentro nel verziere… mi arriva il primo fesso con la moto a scureggietta e mi sveglia!

Chi e’ quel giovanotto indisponente con la Vespa scoppiettante che disturba la mia pubblica quiete? Vedo un quacchecosa sul giubbotto, poi c’e’ scritto che c’e’ scritto? SG. Chevvordi’ ? Che e’ , Sandro Giacobbe? Impossibile, Sandro non ha lo spessore; e poi c’ ha il mantellino, minimo dev’essere, che so, un illusionista, un contorsionista. No, ma e’ un supereroe.

[Mangoni]
L’ hai detto, matusa. Sono Supergiovane.

[Abatantuono]
Eh, ma ditele prima le cose, no?

[Elio]
Sfreccia, impenna, esclama porco dito, io rimango abbrustolito dalle fiamme espulse dalla petomarmitta : motociclo o motocarrozzetta, sgomma inchioda va a manetta, fa cagare addosso i matusa e il governo. Lui le stordisce con le fiale puzzolenti, poi li subissa di cingomma nei capelli e li finisce sputazzando il riso colla penna Bic.

Mi piace quel ragazzo . Perche’? Sto diventando forse ricchione? Ma ditemi in sostanza se c’e’ qualcuno che affronti il governo e i matusa con grinta e simpatica verve come quel matto di Supergiovane. Supergiovane.

Subdolo il governo si avvicina travestito da piscina traboccante di analcolico biondo . Il giovane si tuffa nella vasca come un vero Giamburrasca, ma a contatto con il liquido esclama ” Ma vaffancuore questo e’ il terribile analcolico moro . Aiuto Supergiovane!”

Scatta Supergiovane e derapa soccorrendo il Catopel il Canopeta il Capotel il Catop Catoblepa Catoblepa . Supergiovane derapa soccorrendo il Catoblepa, che purtroppo sta tirando le cuoia. “Addio Supergiovane. Per me ormai e’ finita” “No!” “L’analcolico moro e’ entrato in circolo” “Non dire cosi’ amico catoblepa. ecco, prendi questo!” “No, ma… cosa…?” “Ah” “Ah” “Sss” “Ah h h ” “Ah… Catoblepa?! Catoblepa. No. Assassini. No. Governo bastardo.”

Catoblepa catoblepa, io ti dono le mie Tepa per il viaggio che conduce all’aldila’ . catoblepa, catoblepa, catoblepa, catoblepa. Catoblepa, tu mio amico morto, io vendicherotti, tu. E Supergiovane da’ fuoco a uno spinello col quale affumica il governo, che, all’istante, passa all’uso di eroina e muore pieno di overdose .

Mi piace quel ragazzo. Perche’? Sto diventando forse ricchione? Ma ditemi in sostanza se c’e’ qualcuno che affronti il governo e i matusa con grinta e simpatica verve come quel matto di Supergiovane ,Supergiovane .

In un tripudio di miccette il governo esplode e i suoi brandelli in cielo compongono la scritta ZIO CANTANTE, che sta a significare lo scorno dei matusa mentre i giovani limonano felici esaminando giornali tipo Lando , che ritornano alla luce dopo un’era di arbitrario oscuramento, grazie al provvido intervento che opero’ quel sacramento di Supergiovane. Supergiovane, Supergiovane salva il giovane, libera la giovane. Super, Super, Supergiovane.

Cantiamo insieme la nostra gratitudine – gratitudine- a questo raro esempio di -rettitudine- perche’ siamo una -moltitudine- . Super -super-, super -super-, Supergiovane. E ora cantiamo la nostra -longitudine- , latitudine -latitudine- Cosa c’e’ nel mare? -La torpedine- . Cosa c’e’ in Friuli? -Trieste ed Udine- . Bravi. -Grazie-. Prego. -Bravo-. Grazie. -Tenchius-. Tenchius. -Fenchius-. Fenchius. -Tenchius supermuch!-

E non e’ finita: per festeggiare, offro cocacola con l’aspirina a tutti. -Yeah-. E fra dieci minuti voglio vedervi tutti in acido. -Yeah- . E ricordatevi: ovunque ci sia un giovane in difficolta’ ovunque ci siano persone, cose, animali, citta’ , fiumi, fiori, governi, marche di automobili che cerchino di limitare la vostra gioventu’, la ci sara’ lui con le sue miccette sempre accese. Perche’ Supergiovane e’ allegria piu’, Bulgaria piu’ , sciatalgia piu’ piu’ piu’ .

Fave, fave, fave fuca .

E’ allegria , e’ simpatia, e’ sciatalgia.

Siamo forse secchioni? -No- . Siamo forse matusa? -No- . Siamo forse governi? -No-. Siamo forse checchineris? -No-. Siamo forse bulicci? -No-. Iarrusi? Buhi? Puppi? Posapiano? Orecchioni? Mangiatori di fave? Orrendi? Rammedati? Giui’sci? Meiu’si? Magutti? Fende’ri? Finestrati? Oietti? Samanettati? Rauti’ti? Semeiu’ti? Aperitaviti? Aperitivi? -Si-.

[segue messaggio lasciato nella segreteria telefonica di Rocko Tanica]:
[Rocko Tanica]
Salve, lasciate se volete un messaggio dopo il beep:
[Voce femminile]
“Voglio avvisarvi che le ragazze di Bologna che domani verranno a Milano sono tutte minorenni, percio’ non vorrei che ti trovassi qualche sorpresa. Rego’..regolati .”

(Elio e le storie tese, Supergiovane )

DELL’OSSO, FINE DELLA CORSA

a cura di Simone Esposito

(da www.simoneesposito.blogspot.com)

Sembrava fatta. Lo sembrava così tanto che sarà persino andato a farsi fare il vestito per il debutto a Palazzo Mozzagrugno, mentre ripassava a mente il discorso da prossimo, augusto primo cittadino. E invece, incredibilmente, vestito e discorso dovrà aggiustarseli entrambi a misura della più sobria figura di capo dell’opposizione.
E così Costantino Dell’Osso, 59 anni soltanto ma da così tanto al potere da sembrare ai lucerini coevo di Andreotti, è stato battuto, e per la seconda volta di fila, al ballottaggio delle amministrative. Due volte senatore, una sottosegretario, consigliere comunale e provinciale, direttore dell’ospedale (praticamente gli manca solo l’episcopato), è soprattutto l’uomo-simbolo della politica di Lucera. Ha mancato ancora una volta la sua consacrazione, tradito proprio da quel centrodestra che lo aveva incoronato (lui, socialista storico e craxiano di ferro) suo condottiero.
Un’emorragia di voti assassina: 1400 suffragi bruciati in due settimane sono troppi per dare la colpa al bel tempo e alle gite al mare. Forse i lucerini al mare ci sono andati apposta, per voltare le spalle, nonostante le sue continue prediche sul futuro e sull’importanza dei giovani, alla faccia più vecchia della classe dirigente locale. Premiando così il volto tranquillo di Vincenzo Morlacco.
Il centrosinistra torna al governo della città con una coalizione carica anch’essa di vecchi arnesi e composta da partiti tra loro distanti: li vedremo all’opera e di conseguenza saranno giudicati. Intanto però, il giudizio della città ha bocciato il “senatore”, chiedendogli di farsi finalmente da parte. Dubitiamo, purtroppo, che seguirà il consiglio.

MORLACCO SINDACO!!!

Dopo cinque anni di pietoso governo della città da parte di Peppino Labbate e della sua giunta (le sue cinque giunte in verità) di centro destra, Vincenzo Morlacco candidato del centro sinistra vince le elezioni smentendo ogni mio più ottimistico pronostico…

Nella coalizione di governo ci sarà ancora l’amico Peppino (e, come detto più volte su questo blog, tanti altri amichetti provenienti da tutte le parti..).. ops.. c’è qualcosa che non va?

Nonostante questo Dell’Osso (ancora una volta) non ce l’ha fatta, grazie al cielo, e un po’ più di speranza ce l’ho! speriamo bene davvero…

Elettori 28.512
Votanti 19.582
% attuale 68,679 %
% precedente 80,811 %

 

Sindaco :
Definitivo

Dato aggiornato alle ore 17:21 del 11/06/2007

Candidato Sindaco Voti % Seggi
MORLACCO VINCENZO       9.766 50,912 %  
      Liste      
Eletto   DEMOCRATICI SINISTRA DEMOCRATICI SINISTRA     5
    DEMOCRAZIA CRISTIANA DEMOCRAZIA CRISTIANA     5
    LISTA CIVICA - LISTA MORLACCO LISTA CIVICA – LISTA MORLACCO     3
    SOCIALISTI UNITI SOCIALISTI UNITI     3
    DL.LA MARGHERITA DL.LA MARGHERITA     1
    LISTA CIVICA - CRISTIANI UNITI LISTA CIVICA – CRISTIANI UNITI     1
    U.D.EUR POPOLARI U.D.EUR POPOLARI    
    RIFONDAZIONE COMUNISTA RIFONDAZIONE COMUNISTA    
      Totale Coalizione     18
 
DELL’OSSO COSTANTINO       9.416 49,087 %  
      Liste      
    LISTA CIVICA - PIU' FORZA PER LUCERA LISTA CIVICA – PIU’ FORZA PER LUCERA     3
    FORZA ITALIA FORZA ITALIA     3
    UDC UDC     2
    ALLEANZA NAZIONALE ALLEANZA NAZIONALE     1
    DEM.CR.PER AUTONOMIE DEM.CR.PER AUTONOMIE     1
    LISTA CIVICA - MOVIMENTO POPOLARE PROGETTO MOLDAUNIA LISTA CIVICA – MOVIMENTO POPOLARE PROGETTO MOLDAUNIA    
    PRI PRI    
      Totale Coalizione     10

(dati ufficili del Ministero dell’Interno)

IL PENNARELLO NEL TASCHINO

C’è ancora

molto da dire

sulle scritte

nei cessi.

(Luciano Ligabue, Lettere d’amore nel frigo)


giugno: 2007
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

visite

  • 80,622

MY ACCOUNT ON DELICIOUS

VISITA IL MIO MYSPACE

myspace